"Whenever Alicia is offered power, she reverts to housekeeping mode. She likes power, but is embarrassed that she likes power." - The Kings

116 vs. 601: In the first season the first one with Bishop was an episode called “Fleas” and the concept was that someone tells the lawyers “when you lie down with dogs, you wake up with fleas.” I think now we’re seeing the fleas come to roost, if that’s not a bad mixing of metaphor. - Robert King (x)

September 22nd, 1994 - FRIENDS pilot airs

“Welcome to the real world. It sucks. You’re gonna love it.”

everything here is hard and bright and violent

(Fonte: bufflehane)

"The hardest period in life is one’s twenties. It’s a shame because you’re your most gorgeous, and you’re physically in peak condition. But it’s actually when you’re most insecure and full of self-doubt. When you don’t know what’s going to happen, it’s frightening."
— Helen Mirren, quoted in Esquire’s “What I’ve Learned” (via psych-facts)
"Tutti mi cercano, tutti mi vogliono parlare, tutti chiedono di me a me e agli altri. Uno mi domanda come sto, se mi sono rimesso, se mi è tornato l’appetito, se vado a far passeggiate; un altro mi chiede se lavoro, se ho finito quel tal libro, se ne comincerò uno nuovo.
“Quello sparuto scimmiotto tedesco vuol tradurre le opere mie: quella stravolta ragazza russa vuole che le scriva la mia vita; la signora americana vuol sapere assolutamente le mie ultime notizie; il signore americano mi manda la carrozza alla porta perché vada a mangiare e a confidarmi con lui, il mio compagno di scuola e di chiacchiere di dieci anni fa vuole ch’io gli legga quel che via via scrivo; l’amico pittore pretende ch’io stia fermo davanti a lui per ore e ore a farmi il ritratto; il giornalista vuol sapere dove sto di casa; l’amico mistico in che stato è l’anima mia; l’amico pratico come è pieno il mio portafogli; il presidente della società ordina ch’io faccia un discorso; la signora spirituale si raccomanda ch’io vada a prendere il tè a casa sua più spesso che posso per conoscere il mio parere su Gesù Cristo e sul chiromante arrivato in questi giorni…
“Ma cosa sono diventato, perdio! Che diritto avete voialtri d’ingombrare la mia vita, di rubare il mio tempo, di frugarmi nell’anima, di succhiarmi il pensiero, di volermi vostro compagno, confidente e informatore? Per chi mi avete preso? Sono forse un attore salariato per recitare tutte le sere, dinanzi ai vostri musi da schiaffi, la commedia dell’intelligenza? Sono forse uno schiavo comprato e pagato che debba inchinarmi ai vostri capricci di sfaccendati e offrire in omaggio tutto quello che so e fo?
“Io sono un uomo che vorrebbe vivere una vita eroica e rendere più sopportabile il mondo ai suoi occhi. Se in qualche momento di debolezza, di abbandono o di bisogno, scaglio nel mondo qualche sdegno raffreddato in parole, qualche sogno infagottato in immagini, pigliatelo o buttatelo via, ma non mi seccate.
“Sono un uomo libero; ho bisogno della libertà, ho bisogno di star solo, ho bisogno di rimuginare fra me e me le mie vergogne e le mie tristezze, di godermi il sole e i sassi della strada senza compagnia e senza discorsi, con la sola musica del mio cuore. Cosa volete da me? Quel ch’io voglio dire lo stampo; quel che voglio dare lo do. La vostra curiosità mi fa stomaco; i vostri complimenti mi umiliano; il vostro tè mi avvelena. Non debbo nulla a nessuno e ho da fare i miei conti soltanto con Dio; se esiste."
— Tropico del cancro, Henry Miller. (via nonlasciarmi)
"La causa fondamentale dei problemi è che nel mondo moderno gli stupidi sono sicuri di sé mentre gli intelligenti sono pieni di dubbi."
— Bertrand Russell (via pensierispettinati)

(Fonte: newfluffytown)

ze-violet:

just-a-regular-rocky-horror-fan:

Young Frankenstein - Igor and Elizabeth.

Noto solo ora che Aigor le piazza la faccia in mezzo alle tette :D

Che capolavoro.